Domenica, 17 Dicembre 2017

Sostegno psicologico e psicoterapia rivolta a bambini e adolescenti

Ci sono diverse situazioni di vita che il bambino o l’adolescente si trovano ad affrontare che portano i genitori a richiedere una consulenza psicologica per i loro figli.
Nel caso del bambino spesso arrivano manifestando la preoccupazione che il loro figlio è: o troppo taciturno e isolato dal resto degli amici, o manifesta una aggressività verbale e gestuale sia a casa che a scuola.
Nel caso dell’adolescente spesso i genitori sono preoccupati perché il loro figlio non esce più di casa quando ha subito una delusione amorosa, è peggiorato il rendimento scolastico, non dorme, è sempre nervoso e agitato.
La psicoterapia o il sostegno a bambini e/o adolescenti si avvale sempre inizialmente di una serie di sedute in cui i genitori parlano dello sviluppo psico-motorio del loro figlio dalla nascita fino ai giorni della sedute, delle relazioni all’interno della famiglia ed eventuali difficoltà interne al rapporto genitore-figlio. Una volta avuto un quadro iniziale della famiglia del ragazzo si inizieranno una serie di sedute con il ragazzo, nel caso del bambino piccolo si cercherà attraverso il gioco e i disegni a facilitare la comunicazione tra lui e me psicologa. Sia il disegno che il gioco permettono al bambino di esprimere liberamente le sue paure, le sue angosce, di capire come vede il mondo, sé stesso e gli altri. La psicoterapia sarà unica e il progetto terapeutico sarà formulato in base alla sintomatologia, ai bisogni, e alle capacità del bambino e/o adolescente.
L’intervento del terapeuta è un intervento attivo basato prima di tutto sull’ instaurare un rapporto di fiducia e alleanza solo così il ragazzo riuscirà a farsi conoscere, a manifestare le sue difficoltà e tutto questo porterà a lavorare con lui per diminuire la sintomatologia, modificare alcuni comportamenti inadeguati e fargli stabilire un contatto più adeguato con la realtà circostante.